Spread the love

Che in gravidanza non si possa fare attività fisica è assolutamente sbagliato. Ci sono attività dolci e leggere che anzi ci aiutano e ci fanno stare meglio, come camminare o nuotare, ma anche, e soprattutto, praticare lo yoga.

Perché lo yoga in gravidanza fa bene

Fare yoga in gravidanza ci aiuta a rimanere in forma e a stare in salute, ma non solo. Allevia i fastidiosi disturbi della gravidanza, come il mal di schiena o il gonfiore. Fa bene a noi e al bambino, aiutando il corpo, ma anche la mente, a prepararsi al parto. Allevia, inoltre, lo stress e combatte l’insonnia.

Yoga in gravidanza
I benefici dello yoga in gravidanza

Sappiamo che lo yoga aiuta a trovare e a mantenere il nostro baricentro. Tuttavia il baricentro si sposta man mano che il bambino diventa più grande e più pesante. Con un costante esercizio si rafforzano i muscoli e si alleviano i dolori.

Inoltre, lo yoga non è solamente esercizio fisico, ma anche mentale. Tutto questo ci aiuterà moltissimo al momento del parto, per mantenere il controllo e regolare la respirazione.

Infine, ma non meno importante, si ritiene che l’esercizio fisico ci aiuti a creare una connessione con il bambino.

Non affaticarsi in gravidanza

Moltissime donne hanno paura dell’attività fisica in gravidanza, credendo che questa possa essere dannosa. Ovviamente non bisogna affaticarsi in gravidanza e molti sport andrebbero evitati. Ma ce ne sono, tuttavia moltissimi altri che andrebbero incentivati. Possiamo sostituire la corsa con lunghe passeggiate. O spostare tutta la nostra attività fisica in acqua. La piscina, infatti, è consigliatissima in gravidanza.

Possiamo tranquillamente seguire la regola del non affaticarsi senza toglierci il gusto e i benefici dell’attività fisica.

Yoga in gravidanza
Yoga in gravidanza

Lo yoga è tra quelle attività consigliatissime alle donne in stato interessante, ma ci sono posizioni da evitare e altre che, invece, possiamo praticare in tutta sicurezza. È quindi, sempre, meglio, affidarsi a un professionista e comunque richiedere un parere medico.

In linea di massima vige la regola dell’ascoltare il proprio corpo. Già dai primissimi mesi, infatti, il nostro corpo non sarà più in grado di reggere lo stesso quantitativo di attività fisica a cui eravamo abituati. E se prima non ci preoccupavamo di spingere il nostro corpo al limite per terminare una sessione d’allenamento, adesso dobbiamo ascoltare il nostro corpo. Non appena ci sentiamo affaticate o ci sentiamo strane e insicure su una posizione abbandoniamola immediatamente.

Le posizioni consigliate

Come dicevamo lo yoga è un toccasana per la mente e per il corpo anche, e soprattutto, mentre siamo in dolce attesa. Dobbiamo solo moderarci e non esagerare. Ci sono alcune posizioni in cui possiamo dilettarci e altre che sarebbe meglio evitare.

Yoga in gravidanza
Le posizioni dello yoga durante la gravidanza

Ecco alcune di quelle consigliate:

  • La posizione del gatto: la posizione si esegue mettendosi a quattro zampe, con mani e ginocchia sul tappetino. Inspiriamo inarcando la schiena verso il basso e puntando il viso verso l’alto. Espiriamo inarcando la schiena verso l’alto e guardando in basso. Questa posizione ci aiuterà ad alleviare i disturbi alla schiena.
  • La rotazione delle anche: ci possiamo posizionare nella stessa posizione iniziale del gatto. Questa volta però dovremo muovere le anche, cercando di disegnare un otto. Questa posizione ci aiuterà durante il travaglio, permettendo al bambino di posizionarsi nella giusta posizione, concedendogli più spazio.
  • Respirazione: moltissimi esercizi dello yoga, anzi tutti, sono legati alla respirazione, chi più chi meno. In particolar modo possiamo provare a sederci con le gambe incrociate e ad incrociare le mani verso l’alto, il più in alto possibile, con i palmi verso il soffitto e le spalle abbassate. In questa posizione respiriamo come ci è stato insegnato in tutte le sessioni d’allenamento di yoga. Questa posizione ci aiuterà a regolare la respirazione ma anche a creare molto più spazio all’interno del nostro corpo per il bambino.

Spread the love

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy PolicyCookie Policy

Family Zone © 2022. Tutti i diritti sono riservati. Powered by ENKEY