SubscribeFollow Us

All Posts

piadina
Cascioni zucca e patate: cucinare con i bambini

Cucinare con i bambini può essere complicato e divertente allo stesso tempo. In questi giorni così complicati a causa del Corona Virus trovare delle attività per intrattenere i bambini è difficile. Ecco allora che vengono in soccorso alcune attività, o meglio, le ricette ideali da svolgere…

bambini-giochi-montessori
10 cose da sapere assolutamente sulle attività montessori

Spesso le attività montessori sono il trampolino di lancio con cui i genitori si avvicinano al metodo di Maria Montessori. Questa è la via più immediata per prendere confidenza con questo mondo. Sul web si trovano tantissimi spunti! Il vero problema è che spesso “montessori”…

Inglese
Inglese per bambini: imparare divertendosi!

Bentornati al nostro appuntamento mensile con Inglese e bambini su Family Zone! Abbiamo visto nel primo articolo di questa rubrica come l’approccio alla lingua Inglese sin dalla prima infanzia, renda molto più semplice diventare fluenti e bilingue. Ovviamente come in tutte le cose ci vuole…

gamiglia-gioco-da-tavolo
5 giochi per bambini da fare a casa quando piove

Piove e vi ritrovate a passare tutta la giornata a casa con i bambini. Il sogno di sdraiarsi sul divano con la copertina a leggere un libro non combacia esattamente con i desideri dei vostri figli? Siete nel posto giusto! Una giornata di pioggia può…

Lo screening neonatale esteso: un test fondamentale

Durante la gravidanza può capitare di imbatterci nella parola screening. Lo screening neonatale esteso (o screening neonatale metabolico allargato) consiste in un test fondamentale effettuato direttamente su un campione di sangue del nostro bambino prima della dimissione. Solitamente se ne sente parlare durante i corsi…

Routine dei bambini: come proporla con il gioco?

Oggi su Family Zone vediamo perché diventa fondamentale creare una routine per i bambini e come riuscire ad impostarla come gioco per creare una routine in modo efficace.

Che cos’ è la routine per i bambini?

Molto spesso si lamenta il fatto che i bambini non abbiano orari e nessuna routine. Ma perché molti genitori non riescono ad applicare una routine? Grazie a qualche piccolo accorgimento e consiglio sarà molto semplice instaurare la routine con i vostri bambini.

Innanzitutto è bene chiarire cosa si intende per routine e perché é così importante.

Il famoso educatore e psichiatra nordamericano Rudolf Dreikurs ha trattato questo argomento e ha formulato una teoria per cui “le abitudini giornaliere sono per i bambini quello che le pareti sono per una casa, danno loro confini e una prospettiva per la vita”; in altre parole, la routine rappresenta un vero e proprio elemento fondamentale per la sicurezza di ogni bambino.

Le routine sono momenti di vita quotidiana che vengono ripetuti in modo regolare così da creare un’ abitudine quotidiana. Per chiarire l’importanza di questo concetto, di seguito alcuni aspetti da tenere in considerazione:

  • In primo luogo ogni bambino ha bisogno di conoscere cosa accadrà nel corso della giornata. Lo aiuterà ad orientarsi con maggiore sicurezza e iniziare a comprendere la scansione del tempo, ad esempio.
  • Sapendo che cosa accadrà il bambino si sentirà più tranquillo, autonomo e soprattutto rassicurato dall’ambiente che lo circonda. Di conseguenza questo lo porterà ad essere più indipendente e a voler fare le cose in piena autonomia grazie alla ripetitività delle azioni.
  • La sicurezza che il bimbo acquisirà, piano piano, lo porterà ad essere più fiducioso e conscio delle proprie capacità.
  • I momenti scanditi e ripetitivi diventeranno dei punti di riferimento, dei punti stabili a cui appoggiarsi con serenità.

Come creare una routine efficace

Ricordate che sarete voi genitori a stabilire la routine per i vostri bambini. In altre parole grazie al vostro esempio e alla vostra attenzione riuscirete a far comprendere ai vostri bambini l’importanza di determinati rituali. Ci vorrà del tempo, verrà modificata in base alle varie esigenze, subirà man mano degli aggiustamenti ed attraverso qualche piccolo escamotage diventerà molto semplice.

La prima cosa da fare per instaurare una buona routine è organizzare la giornata con orari stabili, regolarità delle azioni e abitudini ripetitive.

Vale a dire definire gli orari dei pasti, del sonno e dell’igiene. Questo vi aiuterà ad organizzare le giornate senza stress e corse inutili.

E’ indispensabile spiegare le cose con gentilezza e non dare per scontato che vostro figlio il giorno dopo effettui tutto perfettamente. E’ bene che voi genitori seguiate i vostri bimbi passo a passo, in modo da garantire la sicurezza necessaria, affinché procedano con le attività in autonomia. Ricordate che è  grazie al vostro esempio che renderete autonomi i vostri bambini.

In ogni famiglia possono esserci molteplici rituali definiti in base alle varie esigenze, ed ogni famiglia avrà le proprie abitudini.

Pertanto in questo articolo verrà affrontata principalmente la routine della mattina e della sera e verrà proposta un’attività divertente da fare con i vostri bambini.

Il gioco in questo caso è sicuramente l’alleato principale. I bambini, divertendosi, accetteranno con maggior serenità la routine da voi definita, e di conseguenza le mattine saranno spensierate e piacevoli per tutti. Ma d’altra parte si sa, giocando risulta tutto più semplice.

Routine del mattino e della sera

Il bambino giocando impara cose sempre nuove e grazie al gioco cresce. La preparazione dell’ambiente, la fiducia e la collaborazione del genitore aiuta ciascun bambino a maturare e diventare sempre più sicuro e responsabile. Pertanto la ripetitività, nel gioco e nei nostri gesti, faranno sì che le routine diventino per i bambini un passaggio naturale.

L’attività proposta in questo articolo è quella di creare delle tessere che raffigurano con disegni semplificati le differenti fasi della routine del mattino e sera. Di conseguenza il bambino vedrà la routine proposta come un gioco ed un divertimento e sarà più contento di partecipare.

1. Routine del mattino

Quante volte siete arrivati in ritardo a lavoro perché i vostri bimbi non stanno al passo con le vostre tempistiche? Innanzitutto è bene non avere fretta, ma fare le cose con calma. Iniziate anticipando la sveglia quotidiana e piano piano la nuova routine verrà accettata dal vostro bambino che saprà esattamente cosa fare.

Le fasi principali, a seconda delle vostre abitudini, sono le seguenti:

  • sveglia
  • fare pipì
  • fare colazione
  • lavare la faccia
  • lavare i denti
  • vestirsi

2. Routine della sera

La messa a nanna per i bambini è un momento molto delicato. Garantire, fin da piccoli, una routine ben definita aiuterà ogni bambino ad abbandonarsi al sonno serenamente. Di conseguenza il rituale della sera sarà fondamentale.

La routine del sonno è molto soggettiva. Di conseguenza verrano qui indicate le principali fasi che vengono generalmente adottate.

Come quanto detto per la routine del mattino sarete voi genitori a definire la sequenza delle azioni sulla base delle vostre esigenze familiari.

Le fasi principali sono:

  • fare il bagno
  • mettere il pigiama
  • lavare i denti
  • bere un bicchiere di acqua
  • fare la pipì
  • leggere un libro

Routine dei bambini come gioco

Vi possono essere più alternative per realizzare il vostro gioco pannello:

1. Routine dei bambini con tessere plastificate

Occorrente:

  • una macchina plastificatrice
  • fogli bianchi
  • stampante
  • velcro
  • colla a caldo

Per realizzare questa attività basterà stampare le tessere, plastificarle e con la colla a caldo incollare i pezzi di velcro in corrispondenza degli appositi spazi.

Pannello routine in cartoncino plastificato
Routine dei bambini: pannello in cartoncino plastificato (foto da Pinterest)
castagnole e chiacchiere di carnevale con stelle filanti
Carnevale dolce: ecco le ricette di chiacchiere e castagnole

Il carnevale è arrivato anche su Family Zone ed è proprio dal 09 Febbraio che è iniziato ufficialmente inizio il carnevale!  Dunque col carnevale arrivano i dolci tipici di questo periodo: chiacchiere e castagnole sono tra tutti sicuramente i più diffusi ma di sicuro non c’è nulla di sano, leggero o dietetico. Sono dolci fritti e pieni di zucchero, però si sa, una volta all’anno è lecito impazzire… anche a tavola!

I dolci di carnevale

Le chiacchiere

Le chiacchiere sono diffuse in tutta Italia, anche se con nomi differenti e piccole varianti nella preparazione. Ad esempio a Bologna si chiamano sfrappole e sono molto sottili, tanto da sciogliersi in bocca. In Puglia si chiamano appunto chiacchiere, ed hanno una consistenza più “biscottata”. Altri nomi con cui sono conosciute sono bugie, frappe, cenci e galani ma comunque vogliate chiamarle questi dolci derivano dai romani frictilia, semplici dolci offerti alla folla durante i festeggiamenti dei saturnali.

chiacchiere e stelle filanti
chiacchiere di carnevale

La ricetta che vi proponiamo è quella dalla consistenza più biscottata ed eccola di seguito.

Ingredienti

  • 500 gr di farina 1
  • 70 gr di zucchero
  • 50 gr di burro
  • 30 gr di liquore Strega
  • 5 gr di lievito per dolci
  • 3 uova medie
  • un baccello di vaniglia
  • un pizzico di sale
  • olio per friggere
  • zucchero a velo per decorare

Procedimento

Mescolate la farina con il lievito, lo zucchero e il sale, disponete a vulcano e aggiungete al centro le uova, il burro fuso, il liquore e i semi di vaniglia. Con la forchetta amalgamate i liquidi e raccogliete la farina allargandovi sempre più, fino ad ottenere un composto omogeneo. Completate impastando a mano, dovete ottenere un impasto che si stacca dalle pareti, malleabile ma non appiccicoso. Se preferite potete utilizzare la planetaria e, se necessario, potete aiutarvi aggiungendo uno o due cucchiai di acqua.

Fate un panetto e avvolgetelo nella pellicola trasparente, quindi lasciatelo riposare 20 minuti a temperatura ambiente.

Dopo il riposo riprendete l’impasto e lavoratelo con la macchinetta per la pasta: staccate di piccoli pezzi, che stiano in un pugno, appiattiteli e lavorateli singolarmente partendo dallo spessore più ampio. Se vi piace la sfoglia piena di bolle fate qualche piega e ripetete l’operazione prima di passare allo spessore inferiore, in caso contrario, potete anche evitare di fare le pieghe. Una volta ottenuto lo spessore desiderato (circa 3 mm) tagliate la pasta in rettangoli e incidete al cento con due taglietti paralleli. Se non avete la macchina per la pasta tirate la sfoglia con il mattarello su un piano infarinato.

Una volta formate disponete le chiacchiere su un piano infarinato, scaldate l’olio in un pentolino dai bordi alti (o nella friggitrice) fino a 175°. Se non avete la friggitrice né il termometro da cucina potete regolarvi inserendo un pezzettino di impasto nell’olio quando inizia a fare le venature: a temperatura corretta il pezzo verrà circondato da bolle e inizierà a colorarsi senza annerire, altrimenti avrete un olio ancora troppo freddo (il pezzo finisce sul fondo) o già troppo caldo (il pezzo si scurisce subito).

Inserite uno o due pezzi alla volta, rigirateli dopo 3/4″ e scolateli quando saranno dorati. Poneteli su un pezzo di carta assorbente bianca e poi dentro il sacchetto di carta per il pane, in modo che perdano tutto l’olio in eccesso. Quando saranno fredde e asciutte spolverizzate con lo zucchero a velo.

LEGGI ANCHE: Cupcake al cacao e zucca: Ecco la ricetta del mese!

Le castagnole al limoncello

Le castagnole hanno una storia più recente, risalgono forse al 1700 e sono tipiche delle regioni del centro Italia. Anche in questo caso troviamo molte varianti, al liquore, alla ricotta o ripiene alla crema. Qui vi proponiamo la ricetta delle castagnole al limoncello.

Ingredienti

  • 200 gr di farina ’00
  • 50 gr di zucchero
  • 40 gr di burro morbido
  • 1 uovo grande
  • zest di un limone biologico
  • 1 cucchiaio di limoncello
  • 1 pizzico di sale
  • 5 gr di lievito in polvere per dolci
  • olio per friggere
  • zucchero per decorare

Procedimento

Mescolate la farina con il lievito, il sale e lo zucchero; disponete a vulcano e aggiungete al centro l’uovo, il limone, il burro morbido a pezzetti e il liquore. Impastate con le mani amalgamando prima gli ingredienti al centro e poi incorporando la farina, fino ad ottenere un composto omogeneo, morbido e leggermente unto (se preferite, potete usare la planetaria). Avvolgete l’impasto nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare a temperatura ambiente per 20 minuti. A questo punto staccate piccoli pezzi di impasto per formare delle palline, quando avrete terminato l’operazione scaldate l’olio (la stessa procedura usata per le chiacchiere) e cuocete 4/5 palline alla volta, rigirandole di tanto in tanto e avendo cura di non farle scurire troppo. Tamponate l’olio in eccesso e, quando si saranno intiepidite, passate le vostre castagnole nello zucchero.

LEGGI ANCHE: Muffins senza latte, uova e burro: una ricetta Bimby-Magia!

E ora è tutto pronto per carnevale!

Nido o rooming in
Nido o rooming in? I primi giorni di vita in ospedale

Se nel corso dei nove mesi abbiamo avuto mille altri pensieri e preoccupazioni, coma l’annuncio dell’imminente arrivo, la scelta del nome, il non poter mangiare questa o quell’altra cosa, l’allestimento della cameretta. Ecco che adesso, sul finire di essa, proprio quando credevamo di aver pensato…

Privacy PolicyCookie Policy

Family Zone © 2020. Tutti i diritti sono riservati. Powered by ENKEY