Il tummy time è un’esercizio molto utile per i neonati. Ma si può “allenare” il neonato allo sviluppo motorio in modo divertente? Assolutamente si! Parola d’ordine? Pancia in giù! No, non è assolutamente vietato, anzi, quando i bimbi sono svegli è il miglior modo per investire il vostro tempo insieme a loro. Andiamo a scoprire come attraverso il tummy time!

tummy time-capacità motorie
Parola d’ordine? Pancia in giù!

Cos’è il Tummy time? 

Il termine inglese suggerisce letteralmente di far passare del tempo al bambino col pancino rivolto in giù per permettergli di tonificare i muscoli affinché possa mettere in pratica svariati modi per muoversi. Ogni bambino ha bisogno di essere attivo sin dalla nascita. Il Tummy time, infatti, è una vera e propria palestra per il bambino, fondamentale per sviluppare più velocemente i muscoli di collo e schiena e successivamente di gambe e braccia. Chi non è incoraggiato a muoversi in questa posizione potrebbe svilupparsi più lentamente rispetto ai bambini a cui viene data l’opportunità di passare del tempo sul pancino. 

Quando iniziare il Tummy time? 

tummy time-esercizi
Già verso i tre mesi di vita è consigliato arrivare anche ad un’ora al giorno complessiva di tummy time

Per iniziare bastano anche pochi minuti, fin dai primissimi giorni di vita del bambino, per farlo abituare il più possibile alla posizione ed alla nuova prospettiva. Già verso i tre mesi di vita è consigliato arrivare anche ad un’ora al giorno complessiva di tummy time, suddivisa in vari momenti della giornata.  Non è sempre facile però, perché non è, inizialmente, una posizione molto amata dai più piccini. Con molta pazienza e qualche piccolo trucchetto si riesce nell’impresa. Bisogna ricordarsi sempre che dev’essere un momento di gioco e non di costrizione. Non deve essere creato per forza un momento specifico per fare qualche esercizio. Basta inserire il tummy time in qualche attività quotidiana come ad esempio il massaggio o ancora dopo il bagnetto in accappatoio sul fasciatoio. Si può anche mettere il bambino pancia a pancia con il genitore. 

I must have per iniziare il work out

Armatevi di superfici mordibe (tappeto, trapunta, fasciatoio), giochini, sonagli e la vostra immancabile presenza. Il bambino va stimolato il più possibile cercando di catturare la sua attenzione: sdraiatevi accanto a lui, già solo avendo un contatto visivo sarà invogliato a muoversi verso di voi, o perlomeno a provarci. Proporgli oggetti invitanti come giochi o libri potrebbe esser d’aiuto perché stuzzicherà la sua irrefrenabile curiosità. Anche un piccolo specchio può essere utile, in quanto i neonati adorano guardarsi per imitarsi. Se proprio il bambino non gradisce si può alternarne la posizione con altre meno scomode, come ad esempio usando un cuscino allattamento come sostegno. Non è fondamentale che il bambino poggi completamente, l’importante è che abbia libertà di movimento per poter sperimentare.

capacità motorie-materiali
Il bambino va stimolato il più possibile cercando di catturare la sua attenzione

I vantaggi del Tummy time

I benefici a cui porta questo semplicissimo esercizio quotidiano sono innumerevoli: oltre a rafforzare  in toto la struttura muscolare del bambino è fondamentale per sviluppare le abilità motorie principali, quali: strisciare, rotolare e  gattonare. Attraverso gli esercizi sul pancino, quindi, si apprende la coordinazione. Inoltre avrà più controllo sui movimenti, e riuscirà a raggiungere con più facilità le sue mete, riuscendo a sviluppare un maggiore senso di autonomia. Anche a livello sociale si rivela essere prezioso perché si intensifica il rapporto con i genitori, con cui interagisce attivamente, creando così un magico legame!

tummy time-rapporto mamme figlio
A livello sociale si rivela essere prezioso perché si intensifica il rapporto con i genitori.

 

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy PolicyCookie Policy

Family Zone © 2019. Tutti i diritti sono riservati. Powered by ENKEY