Barbie diventa anche astronauta, un altro passo in avanti verso il trend del brand che vuole ispirare le bambine di tutto il mondo. Nelle ultime campagne pubblicitarie infatti il marchio Barbie ha introdotto il motto “You can be anything”.

È noto a tutti che nella storia, la bambola Barbie, è stata qualunque cosa: veterinario, maestra, ballerina, ora è anche un’astronauta. Sempre all’avanguardia, nonostante il tempo che passa e le critiche, il marchio ha condotto uno studio rispetto al mondo STEM, dall’acronimo di Science, Tecnology, Engineering and Mathematics.

In particolare la ricerca verteva su come questi aspetti stiano influenzando il mondo delle bambine, se vengono avvertite limitazioni o barriere per chi sogna da grande una carriera tecnica. Se prima infatti le carriere più scientifiche erano di solo appannaggio maschile, ora anche le bambine, alla domanda cosa vuoi fare da grande, rispondono: astronauta, ingegnere o astrofisica.

La ricerca dietro Barbie astronauta

Tale ricerca si basa sui dati di 2000 genitori italiani di bambine in età compresa tra i 3 e i 10 anni. Molti genitori non conoscono i risultati ottenuti dalle donne nelle carriere spaziali, ma tutti concordano sul fatto che debbano essere considerati al pari di quelli maschili.

Molte cose sono emerse dalla ricerca che ha portato alla luce la nuova Barbie astronauta. Un quinto dei partecipanti infatti pensa che sulla Luna ci siano state anche delle donne, invece quest’esperienza è stata prettamente maschile.

Se il 90% degli intervistati sapeva che il primo uomo sulla luna è stato Neil Armstrong, ben pochi conoscevano le pioniere Katie Bouman, Nancy Grace Roman e Liu Yang.

La Barbie astronauta
La Barbie astronauta con le fattezze di Samantha Cristoforetti con entrambi i vestiti in dotazione

La maggior parte dei genitori si dice interessato ad incoraggiare i desideri lavorativi delle proprie figlie, e circa la metà afferma di aver già notato un interesse verso lavori legati allo spazio, alla scienza e alla tecnologia.

Quello che emerge, inoltre, è il fatto che una scarsa conoscenza di questo mondo possa impedire di fatto l’avvicinamento alle bambine alle carriere STEM. Quindi per evitare di porre limiti ai desideri dei propri figli (tutti maschi e femmine) è indispensabile avere una cultura ampia e variegata.

I fattori sociali e culturali giocano infatti un ruolo importante sopratutto per quanto riguarda le materie scientifiche. Lo studio è stato condotto con il supporto dell’ESA, che da anni cerca di avvicinare i bambini alle materie spaziali. L’Agenzia Spaziale Europea sostiene infatti che è importante avere molti talenti, per continuare il cammino alla scoperta dello spazio.

L’astronauta Samantha Cristoforetti diventa una Barbie

Si accendono così i riflettori su Samantha Cristoforetti, orgoglio italiano per i riconoscimenti avuti nel campo spaziale. Samantha è infatti l’unica astronauta donna attiva attualmente in Europa. Aviatrice, ingegnere e astronauta nasce a Milano nel 1977, si laurea in ingegneria aerospaziale all’Università tecnica di Monaco di Baviera in Germania.

Samantha Cristoforetti
Samantha Cristoforetti fotografata durante una missione nello spazio

Samantha ha anche una figlia, nata nel 2016, a cui ha dedicato il libro Diario di un’Apprendista Astronauta, pubblicato nel 2018. Grazie alle sue conquiste sta ispirando molte bambine, non solo verso le carriere spaziali, ma in generale sul fatto che nulla è impossibile. Per questo Samantha ha accettato di diventare Barbie, diventando quindi portavoce di un mondo nascosto: quello delle donne nelle carriere scientifiche.

Il programma Dream Gap

L’intera ricerca condotta dal marchio Barbie, fa parte del programma Dream Gap che pone l’attenzione sui fattori che oggi impediscono le bambine ad esprimere le loro potenzialità

Già a cinque anni, infatti, la maggior parte di loro inizia a porsi dei limiti rispetto alle proprie capacità e al proprio potenziale, da questo dato è nato il nome del programma: Dream Gap.

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy PolicyCookie Policy

Family Zone © 2019. Tutti i diritti sono riservati. Powered by ENKEY