Ci stiamo avvicinando alla tanto fatidica 40esima settimana. I nove mesi più lunghi e intensi della nostra vita volgono al termine e non vediamo l’ora di stringere tra le braccia il nostro piccolo dono più bello. Eppure la paura ci assale, le preoccupazioni non finiscono mai, tutte sono preoccupate dal parto, ma talvolta questa preoccupazione sfocia in una vera e propria paura incontrollabile. Come fare, allora, per affrontare al meglio l’ansia pre-parto?

Ci stiamo avvicinando

Anche se abbiamo vissuto serenamente tutta la gravidanza, questo non esclude che una volta arrivate alla sua conclusione, ci facciamo prendere dal panico. Lo scoglio è l’inizio del terzo trimestre per molte, per altre non prima dell’inizio del nono mese, o, addirittura degli ultimissimi giorni.

Paura del parto
Si avvicina la data del parto

Nel corso dei nove mesi il parto sembra ancora lontano, viviamo la gravidanza serenamente cercando di pensare il meno possibile al parto. Ci godiamo ogni secondo senza pensare a quel che verrà, ma quando scatta quella soglia del terzo trimestre o dell’ultimo mese ci rendiamo conto che in realtà ci siamo quasi. Stiamo per abbracciare il nostro piccolo, ma questo vuol dire anche che stiamo per vivere il momento più bello e anche più terrificante della nostra vita: il parto.

Fino ad ora non ci avevamo nemmeno pensato, con tutte quelle cose da fare: le visite, l’allestimento della cameretta, vedere giorno per giorno come cresce il pancione e con esso il nostro bambino. Ma adesso siamo pronte e non possiamo che pensare a come sarà il momento del parto.

Tocofobia: la paura del parto

La paura del parto è in realtà una cosa normalissima. Bene o male tutte ci sono passate. E a nulla servono frasi del tipo “le donne partoriscono da millenni”, perché non ci importa davvero nulla di quello che hanno passato le altre, il terrore è per quello che passeremo noi.

Tocofobia
Tocofobia, la paura del parto

Se si tratta del primo parto, c’è l’incognita di non sapere a che cosa si va incontro. Se invece di parti ce ne sono già stati e l’esperienza non è stata delle migliori, a spaventare è il ricordo del passato. In entrambi i casi, il parto viene percepito intimamente come un ostacolo da superare, qualcosa di pericoloso. Una paura che persiste nonostante i progressi della medicina e che viene clinicamente denominata tocofobia”.

La paura o l’ansia per il parto è normale ma talvolta essa può sfociare in una vera e propria fobia, è la tocofobia. Come facciamo, quindi, a superare questa incontrollabile paura del parto?

Non pensare alle complicazioni

Le complicazioni potrebbero anche esserci, ma non pensiamoci troppo. Talvolta nelle parole di chi è già mamma ritroviamo qualcosa molto simile a un racconto dell’orrore. Qualcosa potrebbe andare storto, ma allo stesso modo di ogni altra cosa della vita. Vivere vuol dire già essere esposti ai rischi, ma non per questo smettiamo di goderci serenamente la nostra vita.

Parto
Ben presto le preoccupazioni svaniranno

Innanzitutto la medicina ha fatto sicuramente progressi da gigante, e se anche qualche volta sentiamo di parti davvero travagliati, ricordiamoci che quelle sono solo le eccezioni. Se durante la gravidanza non abbiamo avuto complicazioni non vedo perché dovrebbero essercene durante il parto. Non pensate troppo a cosa potrebbe andare storto, pensate piuttosto al risultato finale.

La paura del dolore

Ovviamente, la paura più grande è quella del dolore. La nostra soglia del dolore è bassa, riusciremo mai a superare il dolore del parto? Leggiamo cose del tipo “il dolore del parto è come quello di 20 ossa rotte contemporaneamente”. Ci vengono i brividi al solo pensiero.

Anche sentire i racconti di travagli durati giorni non ci fa affatto bene. Sono tutte leggende metropolitane o esagerazioni? Come potremo sopportare un simile dolore?

Potremo autoconvincerci pensando che ce l’hanno fatta tutte perché noi non dovremo, ma in realtà ci sono cose che ci rassicurerebbero molto di più. Informiamoci sui modi naturali e non per alleviare il dolore. Seguiamo un corso preparto dove ci verrà insegnato tutto quello che c’è da sapere e ben presto scopriremo che possiamo farcela anche noi.

Parliamo della paura

Se siamo terrorizzate dall’idea del parto non dobbiamo tenerci tutto dentro. Parliamone con chi ci fa star bene, con chi ci sostiene e ci dirà che andrà tutto bene, come il nostro partner, nostra madre, o chiunque ci fa stare bene. Evitiamo invece di ascoltare chi ci infonde ancor più paura o chi ci fa innervosire dicendo che le donne partoriscono da sempre.

Parlare della paura
Circondiamoci di persone che ci fanno stare bene

Parliamone anche con specialisti, con il nostro ginecologo o la nostra ostetrica, che ci rassicureranno anche dal punto di vista medico. E, infine, seguiamo un corso preparto, per toglierci ogni dubbio e confrontarci con chi si trova nella nostra stessa situazione. Non abbiamo paura di fare domande e ogni volta che ci facciamo prendere dall’ansia ricordiamoci che ben presto stringeremo tra le braccia la nostra ricompensa.

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy PolicyCookie Policy

Family Zone © 2019. Tutti i diritti sono riservati. Powered by ENKEY