Spread the love

Ecosostenibilità e crescita del bambino spesso non vanno di pari passo. I nostri figli cambiano costantemente e con loro la taglia dei loro abiti. Come fare quindi a ridurre l’impatto sull’inquinamento senza ritrovarsi ad acquistare nel fast fashion? Con il second hand! 

Second hand: cos’è e come funziona

Second hand è una parolina inglese che significa “di seconda mano”. Nel nostro gergo italiano, sembra quasi una brutta cosa. In realtà è la nuova frontiera per trovare il giusto equilibrio tra ecosostenibilità e moda.

 

second hand e vintage bambini
Cos’è il second hand? Perché acquistare abiti di seconda mano per i nostri figli?

Se siete alla ricerca di un modo per cambiare il guardaroba di vostro figlio o ancora di un modo per dare via cose che vi hanno regalato e che il vostro bimbo non ha fatto nemmeno in tempo a mettere, allora questo è l’articolo che fa per voi.

Parliamo di usato ecosostenibile

L’acquisto di cose di seconda mano è una pratica che sta diventando sempre più di moda e che aiuta la moda a dare nuova vita a capi che altrimenti sarebbero rimasti inutilizzati.

Non solo. Molto spesso si acquista da siti e store che sfruttano il lavoro minorile. Si acquistano capi che costano poco e poi non si mettono e rimangono negli armadi ancora con il cartellino. Capi realizzati con tessuti di 3 o 4 categoria che non rispettano le normative CEE.

second hand sostenibile
Acquistare second hand significa fare una scelta ecosostenibile

Insomma, se prima acquistare al mercatino dell’usato voleva dire povertà, oggi significa avere un occhio di riguardo nei confronti dell’ambiente e dei paesi in cui il lavoro minorile viene ancora utilizzato e sfruttato come fonte primaria del proprio PIL.

Second hand contro l’inquinamento

Non solo. Scegliere di acquistare o riutilizzare capi per bambini (ma anche per noi genitori) è una scelta che contiene l’inquinamento.

L’accumulo di abiti inutilizzati infatti ha un impatto negativo sull’ambiente. La sovrapproduzione di abbigliamento nel settore del fast fashion ha portato ad un aumento dei gas serra emessi dalle fabbriche che producono i tessuti e gli abiti in serie.

second hand inquinamento
Per aiutare l’ambiente e ridurre l’impatto della moda sull’inquinamento il second hand è forse la strada più giusta

Insomma, avendo nel proprio armadio solo lo stretto necessario, e rivendendo per pochi euro le cose che non ci servono e non mettiamo, aiutiamo l’ambiente a respirare e a diminuire la sovrapproduzione di cui sopra.

Pronti a risparmiare?

Ora vediamo anche quanto il second hand fa bene al portafogli. Acquistare capi di seconda mano vuol dire comprare cose con ancora il cartellino attaccato alla metà del prezzo indicatovi sopra.

Non solo. Molti capi sono considerati vintage, ovvero senza tempo, realizzati con fibre naturali che non esistono più, o con stampe particolarissime.

Un’alta qualità a piccoli prezzi che fa stare bene tutti, in tutti i sensi. Inoltre, insegnare ai nostri figli che gli abiti si acquistano solo quando servono o sono realmente usurati e che si può acquistare anche cose che sono state d’altri prima di noi senza che siano necessariamente usurate.

Second hand non è vintage

Vi starete chiedendo la differenza tra second hand e vintage. Chi è appassionato lo sa: vintage vuol dire si “antico”, ma nel senso di senza tempo, unico.

Ovviamente il second hand comprende anche capi che vengono dal fast fashion (ad esempio ZARA o H&M). Il punto è che in entrambi i casi si fa una scelta sostenibile.

La differenza sta nel prezzo: un capo vintage può costare anche di più di quando era nei negozi 20 o 30 anni fa. Un capo second hand lo si compra a pochi euro anche con il cartellino ancora attaccato.

Un capo vintage è come un’auto d’epoca: dopo quello, non ce ne sono altri. Un capo second hand può essere invece trovato facilmente simile.


Spread the love

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy PolicyCookie Policy

Family Zone © 2022. Tutti i diritti sono riservati. Powered by ENKEY