I bambini si sa sono abitudinari, tendono a crearsi una routine anche quando gli orari non sono scanditi in maniera regolare come nel periodo scolastico. In vacanza tendono a svegliarsi comunque sempre alla stessa ora e a prendere abitudini diverse dal solito per quanto riguarda il mangiare o i momenti di gioco. Per questo il rientro dalle vacanze può essere visto come un vero e proprio momento di stress. Magari perché si dovranno separare dai nonni che li hanno accuditi durante il periodo estivo o perché vedranno meno la mamma. Un discorso a parte va fatto per gli orari di messa a letto e di sveglia, un vero e proprio ostacolo per certi bambini più dormiglioni. Di seguito vi forniremo alcuni consigli per affrontare al meglio questo momento delicato.

Il rientro dalle vacanze sereno: la nanna

Iniziate almeno una settimana prima a ristabilire gli orari di messa a letto e sveglia adatti alla scuola. Non fate uno stacco netto, ma cambiate gradualmente l’orario di mezz’ora in mezz’ora, aiutandovi creando un ambiente tranquillo e rilassato. Potete instaurare anche un piccolo rito: il momento del lavaggio dei denti, il pigiamino, luci soffuse in camera mentre si legge una storia e poi una ninna nanna prima di dormire.

rientro dalle vacanze
Il momento della nanna è importante, anche se si tratta del pisolino del pomeriggio

Da evitare sono i giochi molto fisici, la televisione o i giochi elettronici (ma anche i cellulari) nelle ore precedenti alla messa a letto. Se non sapete come intrattenerli meglio invece un bagno caldo. Oppure, in alternativa, è possibile fare una passeggiata tranquilla dopo cena, in modo da rilassarsi tutti quanti mentre inizia ad imbrunire.

Se il bambino è piccolo anche il riposo pomeridiano gioca un ruolo importante. Se per qualche motivo non si fosse mantenuto durante il periodo estivo, o magari solo durante le vacanze, è bene reintrodurlo se si fermerà fino al pomeriggio al nido o alla materna. Dedicate quindi un’oretta per stare insieme in un ambiente tranquillo con le luci soffuse, anche solo a leggere una storia a parlare a bassa voce, in modo da riuscire a rallentare i ritmi e riposare fisicamente.

Prepararli alla scuola

Il modo migliore per prepararli al rientro a scuola dalle vacanze è quello di coinvolgerli nella scelta e nell’acquisto del materiale scolastico, dei grembiulini e dei libri. Se volete potete anche leggere qualche libro che parla del rientro a scuola, sopratutto se si tratta del primo anno di scuola materna o il primo anno di elementari. Senza stressarli eccessivamente, infatti anche i più piccoli sono in grado di percepire i cambiamenti intorno a loro, un continuo ripetere “guarda che sta per iniziare la scuola” non farà altro che aumentare la tensione.

Altri utili consigli

Se potete, cercate di non fissare la data del rientro troppo a ridosso con il giorno di inizio della scuola. Così sia grandi che piccini potranno tornare alle vecchie abitudini e prepararsi al ritorno della normale routine. Questo non significa però rinchiudersi in casa, cercate anzi di sfruttare le belle giornate e uscite portandoli al parco o a fare passeggiate. Lo stesso discorso vale anche durante i primi giorni di scuola: se continuerete a fare attività stimolanti vedrete che nessuno cederà al tipico malumore da rientro.

rientro dalle vacanze
Se avanza qualche compito non forzate i bambini a farli tutti insieme

Per ultima cosa: se ci sono ancora molti compiti da fare non obbligate i bambini a finirli tutti nell’ultima settimana a disposizione. Riprendete gradualmente con qualche lettura e qualche scheda. Magari alternando il momento compiti con qualche attività più divertente, anche solo andare a prendere un gelato può risollevare l’umore e dare la carica giusta per continuare.

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy PolicyCookie Policy

Family Zone © 2019. Tutti i diritti sono riservati. Powered by ENKEY