Spread the love

letto montessoriano
Il letto montessoriano

Prima ancora di essere un metodo didattico, Montessori è un approccio alla vita del bambino, un modo di vedere l’età della crescita totalmente rivoluzionario rispetto alle visioni tradizionali. Ecco perché oggi vi presentiamo il letto montessoriano.

Ognuno di noi, nel proprio ambiente quotidiano, può scegliere di adottare alcune soluzioni per fare in modo che i bambini diventino, insieme agli adulti, i protagonisti della casa!

Montessori in casa, perché?

Rispondere ai bisogni del bambino significa, prima di tutto, cambiare prospettiva. È fondamentale immedesimarsi nel bambino e studiare un ambiente a misura, che offra tutte le possibilità di apprendimento definite dall’età. Secondo Maria Montessori l’ambiente è maestro, proprio perché, se ben preparato, è in grado di favorire lo sviluppo naturale delle competenze del bambino.

camera-montessori
Un esempio di camera montessoriana. Fonte: https://belleandbeaumontessori.blogspot.com

Uno dei primi complenti d’arredo che si può considerare, nell’ottica di vivere ed educare con montessori, è il letto. Il passaggio dalla veglia al sonno non è sempre immediato e, soprattutto, è molto soggettivo. Fare in modo che il bambino viva il letto come uno spazio totalmente libero e comodo, che gli permetta di muoversi in totale autonomia, che favorisca la visuale di tutta la sua camera e non venga vissuto come un sorta di piccola “prigione” (le sbarre dei lettini tradizionali, a volte, danno proprio questa impressione), può davvero aiutare a creare un rito della “nanna” che sia il più possibile sereno.

Che caratteristiche ha un letto montessoriano?

La caratteristica principale è l’altezza: il letto montessoriano non supera i 20 cm. Questo permette un utilizzo prolungato nel tempo: dai 6 mesi ai 4/5 anni circa ma anche di più, in base alla lunghezza che si sceglie. La minima altezza permette di adottarlo sin da quando, intorno ai sei mesi, si abbandona la cesta o culla. Nei primi tempi è possibile utilizzare dei cuscini o “salsicciotti” morbidi intorno ai bordi mentre, sul pavimento, è consigliabile scegliere un tappeto, così da attutire eventuali cadute.

Il letto montessoriano è stato ideato e adottato dal Centro Nascita Montessori di Roma il cui progetto prevede l’utilizzo di un materasso di crine vegetale (alto 10 cm) appoggiato su un tavolo di compensato dello spessore di 4 cm, la cornice, preferibilmente in legno massello, alta 10 cm.

letto montessoriano-Woodly
letto montessoriano by woodly – https://store.woodly.it/lettino-montessori.html

Quale letto scegliere?

In commercio esistono tantissimo modelli, alcuni più semplici, altri più elaborati; il progetto montessoriano prevede linee molto essenziali, senza particolari abbellimenti ma l’idea di base è che sia accessibile e confortevole per il bambino. Molte famiglie scelgono il “fai da te” rivisitando lettini con le sbarre o letti singoli Ikea. Il web offre tantissimi spunti, l’importante è tenere ben presente il bisogno del bambino e la sua centralità!

Letto montessoriano-Picci
letto montessoriano by Picci http://www.picciblog.it/magazine/lettino-montessoriano-liberty/

 


Spread the love

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy PolicyCookie Policy

Family Zone © 2022. Tutti i diritti sono riservati. Powered by ENKEY