Spread the love

Le capacità motorie dei più piccoli vengono sempre meno utilizzate, si verifica quindi un fenomeno sempre più dilagante chiamato 3.

Si riscontra in bambini che, senza avere particolari problemi motori, hanno difficoltà a compiere gesti semplici come correre, fare capriole, arrampicarsi.

Capacità motorie ridotte perché è ridotta l’attività fisica

In tal senso l’Italia si attesta come paese più sedentario d’Europa, in particolare il problema si può ricollegare al fatto che sempre meno i bambini hanno spazi esterni per giocare. Rinchiusi in casa, infatti, non possono dare sfogo alla loro naturale vivacità.

Anche a scuola le attività sono ridotte al minimo, ci è voluta una legge specifica per far rendere obbligatorie due ore di ginnastica alle elementari.

Capacità motorie
Si possono migliorare le capacità motorie dei bambini portandoli più spesso a giocare all’aperto

A volte il problema può essere anche un altro, nato dal desiderio di proteggerli, si tende ad impedirgli di fare cose potenzialmente pericolose affinché non si facciano male. Dal semplice “non correre”, detto come monito universale, al più estroso “non ti arrampicare”, si è arrivati ad un limite in cui non si concede loro più nessun movimento.

Analfabetismo motorio: come evitarlo

La situazione viene osservata da diversi anni, si può notare infatti come i più piccoli siano incapaci di fare semplici gesti naturali, perlopiù di coordinazione. Un futuro che spaventa quello in cui i bambini non saranno più in grado di correre, saltare o giocare con la corda.

Per evitare che le capacità motorie dei nostri bambini si riducano è bene stimolarli facendoli uscire più spesso all’aperto, dove c’è uno spazio idoneo per queste attività. Inoltre è possibile invitarli a svolgere alcuni giochi di equilibrio, destrezza e coordinazione, partendo proprio da quei giochi che facevamo noi da bambini.

Nascondino, campana, mosca cieca…

Vi chiederete come nascondino possa stimolare le capacità motorie di vostro figlio. Bene, pensate invece a come bisognava scattare più veloci di tutti per prendere l’amico scoperto o per non farsi prendere?

Campana è un classico gioco di coordinazione: oltre al lancio del sasso bisogna imparare a saltare su un piede solo, un’esercizio non così scontato se non lo si è mai fatto. Sempre riguardo i salti, un valido modo per allenarsi è giocare con la corda, come veri atleti, con due piedi o con un piede solo.

Capacità motorie
Riscoprire giochi come l’hula hoop.

Mosca cieca allena il senso della percezione dello spazio, oltre al senso dell’udito, dovendo rimanere bendati. Non è forse strettamente legato alle abilità motorie, ma ha una grande affinità con esse.

Infatti, camminando bendati, si riscoprono i sensi e la lo spazio si percepisce in modo diverso. Un passo da bendati sembra più ampio, perché non si sa dove si sta andando, ecco quindi che è utile ad affinare il modo in cui ci si muove, a cui solitamente non si da peso.

Vi ricordate invece Un, due, tre, stella? Un grande esercizio di equilibrio e resistenza. Guai ad oscillare o cadere, poi scattanti bisogna muoversi più in fretta che si può mentre il bambino di turno sta contando di nuovo.

L’hula hoop sembra un gioco da ragazzi, ma è molto sottovalutato. Si tratta infatti di un grande allenamento di coordinazione dei movimenti per lo più lombari e di rafforzamento muscolare. Un esercizio a tutto tondo, che sempre meno bambini sono in grado di fare.

Basta poco per fermare questo fenomeno, portate più spesso fuori i bambini e lasciateli sperimentare tutte le loro capacità motorie. Impediamo che perdano il gusto di fare le capriole, saltare o fare la ruota. Senza paura che si facciano male, permettiamogli di vivere le esperienze motorie necessarie al loro completo sviluppo fisico.


Spread the love

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy PolicyCookie Policy

Family Zone © 2022. Tutti i diritti sono riservati. Powered by ENKEY